Adwords: il PPC che ha rivoluzionato il marketing online

Conosciamo davvero Adwords? Perché molti Marketer ne parlano male? È davvero la soluzione più semplice? È sufficiente creare una campagna per attendere grandi risultati? Facciamo un pò di chiarezza e non gettiamo via soldi inutilmente.

Ho notato una grande attenzione da parte degli utenti online su Adwords. Quasi non credevo che un mio articolo avesse generato così tanto entusiasmo su cosa fare per sfruttare al meglio il PPC, una attenzione che è arrivata da tutto il globo e che mi ha spinto ad approfondire l’argomento. Un semplice articolo che ha reso questo Blog quasi “internazionale” e quindi orgoglio anche per tutti noi che ci lavoriamo.

A questo proposito, ho approfittato per studiare meglio il ‘fenomeno Adwords’, così da poterti dare i migliori consigli su come usarlo, quei consigli che normalmente vai a pagare acquistando un infoprodotto. Qui otterrai molte notizie gratis, ma non sottovalutare nessun aspetto, imparerai ad usare il sistema e comprenderai se fa per te oppure no.

Partiamo subito. Adwords è di sicuro il miglior sistema che tu possa avere per portare utenti sul tuo sito. Funziona, e funziona anche bene se lo sai usare. È la primaria strategia di una operazione di Marketing Online. Occorre però valutare TUTTI GLI ELEMENTI prima di spendere soldi con un sistema che va usato solo se si può farlo al meglio. Ecco come…

Non partire mai dal presupposto che basti creare una campagna pubblicitaria. Tutto il sistema va utilizzato nell’ottica della creazione di una Mailing List. È il fondamento di tutte le strategie di vendita online, è l’unico modo che hai per far si che un utente qualsiasi diventi un tuo cliente.

Tra le strategie da non sottovalutare per fare bene Adwords, studia il costo di ogni singola parola e sappi che il posizionamento su Google che otterrai dipende da quanto sei disposto a spendere. Moltissimi fattori concorrono sia al costo della campagna che al posizionamento, non usare keywords troppo sfruttate ma neppure quelle che non hanno ricerche. Cerca di ottenere la prima pagina e la sezione di destra, che tra gli annunci è quella che più funziona. Questi sono alcuni elementi che non devi assolutamente tralasciare per iniziare.

A questo punto sai come usare Adwords: il sistema migliore è quello di usarlo solo per creare una tua mailing list (usando sempre un autoresponder), e non di andare a vendere per forza qualcosa. Creata la tua lista corposa, potrai più e più volte contattare il tuo ‘cliente’, proprio come se avessi una tua attività commerciale ma senza pagare le spese di gestione, ne tantomeno stressare la tua salute.

Qualcuno crea migliaia di euro al mese con questo sistema, ma ci vorrà del tempo, e un notevole impegno economico. Cosa è che non funziona con il PPC? Una compagna sbagliata nelle parole è il primo sistema che hai per non prendere un centesimo a fronte di pesanti costi. In questo caso non è Adwords che non sta funzionando, bensì la tecnica utilizzata. Parti sempre con l’idea di creare la tua lista e non con quella di vendere un prodotto, solo così avrai qualche possibilità di guadagnare davvero. Io ho la soluzione al tuo problema, ti venderò solo in futuro il mio prodotto in quanto tu ne hai bisogno, ok?…

Quando NON USARE ADWORDS?

– Se non vuoi spendere o non hai un badget sufficiente
– Se non sai come creare la tua campagna
– Se non hai un Autoresponder già pronto
– Se non conosci il Copywriting
– Se non vuoi adottare la giusta strategia
– Se pensi che sia una cosa semplice
– Se non hai una USP già pronta

Di motivi ce ne sono tanti, ecco perché la prima cosa da fare è non buttarsi in una Campagna pubblicitaria senza avere le giuste basi e soprattutto senza avere alle spalle una struttura pronta per lavorare. Non puoi esporre la merce se non hai il locale, gli scaffali, il bancone etc etc. Il mondo online funziona allo stesso modo, perciò rifletti bene prima di partire allo sbaraglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.